Alla scoperta dei Casino israeliani

Israele si conferma uno Stato fatto di controsensi e fatti sempre più strani, il legame con la tradizione è fortissimo, ma in questi ultimi anni, il suo cambiamento è visibile agli occhi di tutti, se non in politica estera certamente in quello di politica interna.

Fino a pochi anni fà nessuno si sarebbe nemmeno sognato di pensare ad un progetto inerente alla costruzione di un casinò sul territorio di Israele ed era necessario accontentarsi dei meno sfarzosi casino online. Eppure nel 2010 Stas Misezhnikov, Ministro del Turismo israeliano rende noto che lo stesso Governo era pronto a promuovere l'inizio di un progetto di costruzione di un casinò (il primo del Paese) proprio sul territorio israeliano. Una notizia che lasciò tutti con la bocca aperta.

L'obiettivo chiaro di questa mossa era quello di cercare di far sviluppare in qualche modo le aree più deboli del territorio sia dal punto di vista sociale che economico. L'obbiettivo del ministro è quello di far legalizzare il gioco d'azzardo entro i confini dello Stato di Israele, la città prescelta era Eilat, con questo progetto erano 900 i posti di lavoro creati e una previsione di incassi per lo Stato di 120 milioni di Euro che dovrebbero essere investiti subito nel settore medico israeliano.

Non è stato certamente il primo ministro a parlare di un progetto di casinò in Israele ma fino a quel punto nessuno ce l'aveva fatta. Però all'inizio del 2011 è arrivato il benestare del Governo per l'inizio dei lavori.

 

Lingue :

Conoscere Israele